Abstract paintings - Abstract Landscapes - Landscape Paintings - Abstract landscape paintings
 

Raccomanda ad un amico    Aggiungi ai Preferiti
    Español
   English    Français   Italiano   Deutsch    日本語
Critiche

 


Critiche:
 

Per Ana Cabrera Grohs, l’ atto di dipingere rappresenta un viaggio, un’ avventura nel regno dell’ esperienza personale, sensazione ed emozione. Pur essendo le sue creazioni decisamente astratte, riferiscono diversi avvenimenti nella vita di Cabrera Grohs, tanto interni come esterni, che lei comunica agli spettatori non solo attraverso l’arte in sé stessa, ma anche attraverso l’atto di creare quell’ arte.

L’ ispirazione le giunge in una quantità di forme e da diversi origini, e questo è il processo di prendere quelle ispirazioni e materializzarle in arte che aggiunge significato al suo lavoro.
Sì, le sue pitture arricchiscono visualmente la vita di tutti coloro che le vedono, ma nutrono anche da un punto di vista intellettuale, spirituale e psicologico.

Bellezza, scoperta, crescita, sapere, evoluzione – queste ed altre qualità sono incarnate nelle opere d’ arte di Cabrera Grohs. Ogni dipinto che essa crea rivela una storia, e si alza come un testimone estetico della vita come lei sperimenta.
La sua arte possiede un significato speciale per lei, naturalmente, ma esso offre possibilità anche a voi spettatori, dato che vi invita a partecipare della sua visione ed infine invita anche lo spettatore a trovare quel significato speciale per sè stesso.

Alan Bamberger. 2008

 

L’arte di Ana Cabrera Grohs è un’ espressione vibrante dei sentimenti interni di qualcuno che ha molto da dire ed ha scoperto una strada per dire che non è al di sotto di nessuno.
Ana dipinge col cuore ed il suo cuore è pieno di colore, di vita e di vibrazioni. Se appendete una delle sue pitture alla parete, non sarà solo la pittura di qualcosa, bensì una parte dell’ artista che parla con voi e rialza il vostro spirito ogni volta che la guardiate.
Come catturare la vita e le emozioni? Ana ha trovato la strada. Ha un grande futuro e la sua opera crescerà in importanza in quanto più e più gente sia esposta ad essa.

David Phillips. 2008
Direttore di Pubblicazioni - Fine Art Registry


 

Ana Cabrera Grohs col suo particolare modo di estrarre luce e significato dal movimento dell’ esistenza, crea rappresentazioni del mondo, che in una prima approssimazione si dichiarano vertiginose certe volte ed altre, si ripiega in sè stessa.

Il sospetto sopraggiunge al guardare con più attenzione quando ci imbattiamo con voci e silenzi, installati nei colori e le figurazioni.

Una cornice che attraversa l’ abisso senza arrivare ad essere quello che doveva: porta. L’uomo entra, diceva Blanchot: è sempre passato, ma al passare urla… Non urla, è il mormorìo dell’ urlo.”

L’ esuberanza dei rossi e blu incrociati con una paletta di apertura ampia, dimostra un’ estetica della sua particolare voce interna sostenuta nel giallo o nell’ apparente tranquillità dei suoi paesaggi protetti da un cielo limpido. Dico apparente, perchè emigra dal caos di alcuna delle sue astrazioni, alle forme che poi imprime alla natura ed alle figure umane.

L’ ordine che conferisce loro viene dall’ alto, e le sue creature guardano la luce, esibendo le loro schiene (iniziazione), molto simile alla concezione platonica del mito della caverna. Non è il contrasto dove si dibatte meglio quel pezzettino di silenzio, tra la parola non definita e la presenza delle donne sedute, come in stato di contemplazione?

Il quadro del liriodendro segnando il centro, è una restituzione? Delicatezze tra le forze di una natura esuberante. Perturbatrice è l’ istallazione della figura umana guardando verso l ‘entrata di una caverna, luogo misterioso di per sé. Forse una trasposizione poetica del mito dell’ origine con la presenza dell’ indefinito e la coniugazione, in un’ altro momento della serie della natura e del suo progetto manifesto.

Nonostante ciò, i suoi quadri sono di una unità del sentimento sensualista con quello spiritualista. Unità per niente paradossale, bensì di una coesistenza armoniosa, piena, in cui forse avviene anche qualche vacillazione. La vitalità e la forza delle linee e dei colori, rompono la routine in sè stessa, ordinando il silenzio della pittura, nel suo luogo migliore. Le metafore concedono profondità all’ immediato, nella certezza che ci propone la sua visione del mondo, un’ altra decodificazione.

Julia Rocha, 2007


L’ arte, in tutte le sue manifestazioni, esige speciale contemplazione come possibilità modificatrice della condizione umana. Perchè questo avvenga, dobbiamo trovare la chiave dove la necessità di dire si propone inevitabile nel gesto con colore e la materia. E chi eseguisce questo gesto, rischiando anche nella più tenera carezza, tutta la vita.

Penso che l’ opera di Ana Cabrera Grohs la mostra così, significando con forza immagini che abitano dentro di lei, come un artista tenace. Con piena coscienza ed ottimismo, le sue opere contagiano la vitalità di un’ artista particolare, una natura fertile costruendo sempre in una sintesi espressiva lodevole.

Con tutto il gioco facendo metafore dell’ intensità, Ana Cabrera Grohs decide incessanti ricerche della luce, della vita, e l’ incontro con altre rivelazioni. Il suo progetto è una decisione etica conseguente con la sensibilità, dove ogni giorno la terra ci da un nuovo verdore.

Luis Debairosmoura, 2006

 Tornare su         


Inizio | Biografia | Mostre | Premi | Critiche | Galleria | Contatto | Links | Links Arte

Nessuna parte di questo sito potrà essere riprodotta in nessun modo, senza l’autorizzazione scritta di Ana Cabrera Grohs.
Tutti i diritti riservati

SEO Argentina